Dal DNA alla Tavola, 

usando il DNA Verity Test®




Sistema di studio
Matrici con componenti vegetali (semplici e/o complesse). Ad esempio, infusi vegetali, zafferano, aglio o miele, olio, ecc. 


Descrizione del progetto

Il progetto si basa sull’identificazione e tracciabilità di componenti vegetali attraverso la tecnica di DNA barcoding utilizzando il sequenziamento di marcatori noti e la successiva certificazione che il DNA è stato tracciato confermando gli ingredienti vegetali riportati sull’etichetta. Tale idea è nata a causa delle continue adulterazioni o sofisticazioni presenti nei alimenti di origine vegetale (per esempio, gli infusi adulterati con piante non riportate nell'etichetta, o l'introduzione del  falso zafferano o dell'aglio cinese).

Brevemente, la DNATech ha sviluppato un proprio marchio (DNA Verity TEST®) che si basa su un test molecolare rapido ed attendibile in grado di caratterizzare e/o confermare la specie vegetale presente nei campioni biologici di diversa natura (alimentare, cosmetica, erboristica, ecc.) attraverso l’analisi di frammenti di DNA idonei definiti barcoding. Successivamente vi sarà l’elaborazione del certificato d’analisi con relativo marchio da poter apporre sulla confezione che certifica che il DNA della specie riportata negli ingredienti è stato tracciato.

Dal punto di vista del consumatore

Ad oggi i preparati con piante essiccate o non facilmente identificabili (foglie, bulbi, frammenti e polveri) vengono ampiamente utilizzati dai consumatori per diverse proprietà alimentari e benefiche sia di natura fisiologica che farmacologica. Un’accurata definizione dei composti presenti nelle confezioni risulta essere molto importante per il consumatore. A causa della natura del composto vegetale e dalle allarmanti notizie di adulterazioni nei prodotti da banco, il consumatore è ormai sottoposto ad una sfiducia atavica sulla veridicità degli ingredienti, domandandosi se ciò che compra corrisponda a realtà.

 

Perché aderire
Il marchio DNA Verity Test® potrà essere riportato sulle confezioni dei prodotti analizzati aggiungendo valore al prodotto stesso essendo una certificazione di qualità e sicurezza per il consumatore e per l'azienda.

 

Costo

Il costo può subire variazioni in funzione della tipologia della matrice e del numero dei lotti da analizzare ed il periodo di mantenimento del marchio. Per ulteriori dettagli, contattaci.



Un esempio dell’APPLICAZIONE del DNA Verity TEST® .


Cosa c'è nella tua tazza di tè?
(De Castro et al. 2017).

Ad oggi gli infusi acquosi (tisane), ossia preparati con piante essiccate (foglie, frammenti e polveri) vengono ampiamenti utilizzati dai consumatori per diverse proprietà benefiche sia di natura fisiologica che farmacologica. Un’accurata definizione dei composti presenti nelle confezioni risulta essere molto importante sia per il consumatore ma anche per le aziende produttrici e per le autorità di controllo. A causa della natura frammentaria del composto vegetale non è spesso possibile identificare la specie di appartenenza descritte nella confezione.

teajpg

In questo caso si è applicato il DNA Verity TEST®  che è stato in grado di caratterizzare e confermare la tipologia di specie vegetale presente nelle tisane di tè verde/nero vendute sul mercato italiano. Dai risultati ottenuti si è osservato che un paio di aziende non hanno fornito prodotti autentici (presenza di contaminanti e/o assenza alcuni degli ingredienti elencati nell’etichetta).

Per leggere il lavoro completo clicca qui o se hai curiosità contattaci ad info@dnatech-spinoff.it